Storia

1959

Acquisizione di un piccolo negozio di cromatura a Engelburg da parte dei due fondatori, Isolde ed Eugen Stalder.

1959

Trasferimento nel nuovo edificio in Breitschachenstrasse 53. Primo impianto di depurazione delle acque reflue. Offerta di cromatura e zincatura.

1969

Viene introdotta l'anodizzazione dell'alluminio. Viene quindi costruito un nuovo edificio per il trattamento dell'alluminio.

1973

La ditta individuale Stalder viene trasformata in una società anonima, la Stalder AG.

1976

Costruzione dell'edificio principale. Questo include nuovi uffici, un impianto di zincatura completamente automatizzato e un nuovo impianto di trattamento delle acque reflue.

1981

Acquisto dell'immobile adiacente, fondazione del secondo stabilimento con un impianto di zincatura a buratto.

1983

Segue un'altra fase di costruzione. Edificio polifunzionale con impianto di tintura anodica, officina, sala formazione con mensa e laboratorio.

1987

Inizio del decapaggio e dell'elettrolucidatura dell'acciaio inossidabile.

1990

Grazie ai rapidi sviluppi nel campo dell'elettrolucidatura dell'acciaio inossidabile, viene costruito un nuovo edificio adibito a questo processo: lo stabilimento 3

1994

Estensione dello stabilimento 1: nuovi uffici e incremento dello spazio di produzione. Nello stesso anno avviene la certificazione a norma ISO 9002.Aufstockung des Betriebes 1: Neue Büros und zusätzlicher Produktionsraum. Im selben Jahr erfolgt die Zertifizierung des QM-Systems ISO 9002.

1999

Acquisizione dello stabilimento 4 della Metallwaren AG, dove viene installato un ulteriore impianto di zincatura completamente automatizzato.

2000

Introduzione di un processo innovativo, l'elettrolucidatura a buratto

2004

Il primo impianto della Svizzera orientale a introdurre la degradazione del cianuro mediante ossidazione UV-H2O2. Il fondatore dell'azienda, Eugen Stalder, cede la gestione operativa alla seconda generazione.

2005

L'anodizzazione dura dell'alluminio viene aggiunta al programma di finitura come ulteriore processo.

2007

Modifiche per l'estensione dell'impianto di anodizzazione e pensilina dello stabilimento 1. Ampliamento dell'impianto di elettrolucidatura a buratto e nuova installazione di un sistema centralizzato di estrazione dell'aria.

2008

L'impianto di scarico viene dotato del più moderno sistema di controllo computerizzato.
Die Abwasseranlage wird mit der modernsten Computersteuerung ausgerüstet.

2009

La Stalder AG festeggia il suo 50° anniversario. Ottiene la certificazione secondo la norma ambientale ISO 14001. La Stalder AG ottiene il Trofeo per l'Ambiente 2009.

2011

Revisione totale della macchina elettrolucidatrice a telaio, il controllo del sistema viene sostituito da un processo completamente automatico.

2012

Nuova installazione del sistema di ricircolo dell'acqua

2013

Ricostruzione dello stabilimento 4, ampliamento area dello stabilimento 2, nuovi parcheggi

2014

55° anniversario della Stalder AG, nuova installazione di un impianto automatico di zincatura a buratto, compreso un nuovo impianto di scarico dell'aria nello stabilimento 4.
Acquisizione della divisione Tecnologia delle superfici dell'azienda Color Metal GmbH di Heitersheim, leader di mercato nell'anodizzazione a buratto di parti molto piccole sfuse.

2015

Ricostruzione dello stabilimento 2, avvio di un nuovo impianto di anodizzazione a buratto

2017

Riferimento al CDP – Centro di prestazioni, nel CDP vengono offerti servizi aggiuntivi come il collaudo, l'imballaggio, il confezionamento, ecc.

2018

Installazione di un nuovo impianto di anodizzazione completamente automaticoIncluso un nuovo impianto di raffreddamento nello stabilimento 3.